L'Intervento
 
Migliorare l’informativa finanziaria nel settore pubblico
La crisi finanziaria e del debito pubblico hanno mostrato l’esigenza, per i Governi di tutto il mondo, di migliorare il sistema di reporting finanziario per una maggiore accountability
Andreas Bergmann, Presidente dell'IPSASB
 

Il 2014 non è soltanto l’anno del Congresso mondiale dei commercialisti, ma è anche un anno importante per la contabilità del settore pubblico, in cui il livello di trasparenza e accountability è rimasto indietro rispetto a quello del settore privato e compromette la ripresa economica. In relazione alla statuizione dei principi internazionali, il 2014 vedrà l’emanazione di un Conceptual Framework per la contabilità del settore pubblico, da parte dell’IPSASB (International Public Sector Accounting Standards Board). Il Conceptual Framework è il quadro di riferimento per tutti i principi contabili internazionali per il settore pubblico IPSAS, basati principalmente sulla contabilità per competenza economica. Gli IPSAS e la contabilità per competenza economica migliorano la gestione finanziaria e accrescono la trasparenza, contribuendo ad una visione più completa e accurata della posizione finanziaria dell’amministrazione pubblica. Non è trascorso molto tempo da quando la crisi finanziaria e del debito pubblico hanno mostrato chiaramente l’esigenza per i governi di tutto il mondo di migliorare il sistema di reporting finanziario e la gestione delle risorse del settore pubblico. Le scelte delle amministrazioni pubbliche sulla gestione finanziaria incidono fortemente sui cittadini: un reporting finanziario solido e trasparente ha il potenziale di migliorare il processo decisionale del settore pubblico e di rendere le amministrazioni più responsabili nei confronti dei propri elettori. I concetti contenuti nel Conceptual Framework forniscono le basi per uno sviluppo coerente degli IPSAS e di utili Recommended Practice Guidelines (RPG) e forniscono linee guida ai redattori dei bilanci che si trovano ad affrontare problematiche relative al reporting finanziario che non siano già state trattate negli IPSAS né nelle RPG. Il Conceptual Framework si occupa anche di definizione, riconoscimento e valutazione degli “elementi” (o elementi costitutivi) del bilancio, e della presentazione nel bilancio redatto per scopi di carattere generale.

Recenti sviluppi nella gestione finanziaria del settore pubblico
Per molti anni, l’IPSASB e l’IFAC hanno sostenuto l’esigenza della riforma della gestione finanziaria del settore pubblico e per questo stiamo lavorando al fianco di un gran numero di stakeholder per affrontare questa importante questione. Recentemente, il vice Presidente dell’IPSASB, Ron Salole, e il Direttore Generale dell’IFAC, Fayezul Choudhury, hanno partecipato ad un seminario della Banca Mondiale/Fondo Monetario Internazionale, “Rafforzare la trasparenza fiscale e la contabilità pubblica” tenutosi a Washington D.C.. La tavola rotonda cui hanno preso parte, “Migliorare la contabilità pubblica”, si incentrava su questioni quali l’importanza della contabilità per competenza economica, le opportunità e le sfide dell’implementazione e il ruolo degli IPSAS nella trasparenza e qualità della contabilità pubblica. Oltre alla Banca Mondiale e al FMI, altre organizzazioni influenti stanno portando avanti la causa della riforma della gestione finanziaria del settore pubblico. Nel febbraio del 2013, il G-20 dei Ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali ha fatto riferimento, nel suo comunicato conclusivo, alla “trasparenza e comparabilità del reporting del settore pubblico”. Il G-20 dei Ministri delle Finanze e dei governatori delle Banche centrali ha invitato il FMI e la Banca Mondiale ad approfondire ulteriormente la questione e a fornire adeguati aggiornamenti. Si è affermata l’esigenza di un miglioramento dell’informativa finanziaria del settore pubblico che consenta di valutare meglio i rischi che incidono sulla sostenibilità del debito pubblico. Inoltre, la Commissione Europea ha dichiarato che gli IPSAS “rappresentano un punto di riferimento incontestabile per la possibile armonizzazione dei conti pubblici a livello dell’Unione Europea”. La relazione della Commissione Europea evidenzia che la contabilità pubblica per competenza economica accresce la trasparenza, l’accountability e la comparabilità del reporting finanziario del settore pubblico. Nel corso del 2014 mi aspetto nuovi sviluppi in questo campo della riforma della gestione finanziaria del settore pubblico. Molte amministrazioni, ordinamenti giuridici e istituzioni internazionali hanno già adottato gli IPSAS e il prossimo anno altri ancora li adotteranno.

IPSASB e l’interesse pubblico
Infine, il 2014 sarà un anno importante per l’IPSASB a livello di governance. Continueremo a impegnarci per estendere anche all’IPSASB la verifica da parte di un organo terzo in merito alla valenza dei principi emanati e alla loro piena adesione all’interesse pubblico. Attualmente, l’IPSASB opera sotto ogni aspetto come gli altri board indipendenti di standard-setting supportati dall’IFAC (International Auditing and Assurance Standards Board, International Ethics Standards Board for Accountants, e International Accounting Education Standards Board) ma non è ancora prevista l’ulteriore fase di verifica esterna. Ho continuato a sottolineare l’esigenza di una simile integrazione, soprattutto man mano che gli ordinamenti giuridici adottano o incorporano gli IPSAS nei propri processi di statuizione. Per trattare la questione, la Banca mondiale ed il Fondo monetario internazionale hanno concordato di dar vita ad un gruppo di lavoro che includa l’OCSE, l’Organizzazione internazionale delle istituzioni superiori di controllo, e il Comitato per la stabilità finanziaria, e siamo in attesa della pubblicazione di un documento di consultazione nei primi giorni del nuovo anno. Aspettiamo di ricevere le raccomandazioni del gruppo di lavoro e ci impegniamo a fornire la nostra più ampia collaborazione per arrivare alla risoluzione di questa importante questione. 

Condividi su:      

N. 1 - Gennaio 2014
 
Editoriale
Spread, recessione, stagnazione, stagflazione,… e poi ancora...
 
 
People
Per il Presidente dell’Ifac, il Congresso mondiale dei commercialisti,...
 
 
La nostra missione è servire l’interesse pubblico. Per questo...
 
 
L'Intervento
La sfida è quella di perseguire un report aziendale più forte,...
 
 
La crisi finanziaria e del debito pubblico hanno mostrato l’esigenza,...
 
 
Con la pubblicazione dello IES 8 si conclude il lavoro di aggiornamento...
 
Pagine < 1 > di 1
Articoli per pagina
© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialistigov.it  | credits